Una serie di omicidi irrisolti, l’ombra di un serial killer, una storia dimenticata che sembra sparire nella nebbia di una ricca provincia.

Tra il 1983 e il 1995 a Modena ci sono stati dieci omicidi di giovani ragazze, quasi tutte le vittime erano vicine al mondo della droga e della prostituzione.

Tutti i casi sono rimasti irrisolti, più volte si è ipotizzata l'esistenza di un serial killer ma non ci sono mai stati sufficienti riscontri. Sono passati tanti anni ma non è mai troppo tardi per cercare la verità. Se vuoi dare il tuo contributo vai in fondo alla pagina.

VITTIME

Filomena Gnasso

ritrovata il 15 novembre 1983
in zona Mercato Bestiame a Modena, uccisa con cinque coltellate.

Giovanna Marchetti

ritrovata il 21 Agosto 1985
vicino ad una ex fornace a Baggiovara, prima periferia modenese. La ragazza è ufficialmente morta per la frattura del cranio, provocata da una grossa pietra trovata accanto al cadavere.

Donatella Guerra

ritrovata il 12 Settembre 1987
in una cava ai laghetti di San Damaso. Ad ucciderla due coltellate, una alla carotide e una al cuore.

Marina Balboni

ritrovata il 1 Novembre 1987
a Gargallo di Carpi (Modena) in un fossato. L’assassino l’uccide stringendole il foulard che portava al collo e serrando il cappio con due nodi.

Claudia Santachiara

ritrovata il 30 Maggio 1989
a Panzano vicino a Carpi, viene uccisa strangolata con un cappio spesso, dopo aver lottato con l’assassino.

Fabiana Zuccarini

ritrovata l’8 Marzo 1990
a Staggia di Bomporto. Viene strangolata, è l’unica a non prostituirsi.

Antonietta Sottosanti

ritrovata nel tardo pomeriggio del 13 ottobre 1990
dopo che un incendio si è sviluppato nei palazzoni del Windsor Park a Modena. Non è un incidente: è stata uccisa, soffocata con una calza di nylon in gola. L’assassino ha poi incendiato l’appartamento per cancellare il suo passaggio.

Anna Abbruzzese

ritrovata il 4 Febbraio 1992
a San Prospero, nella bassa modenese. Viene strangolata con un laccio o più probabilmente con del fil di ferro.

Annamaria Palermo

ritrovata il 26 Gennaio 1994
nel canale Corlo strada Formigina. Uccisa con dodici stilettate al cuore in un luogo diverso da quello del ritrovamento.

Monica Abate

ritrovata il 3 Gennaio 1995
nella sua casa in Rua Freda, in centro a Modena. L’assassino le ha premuto la mano sulla bocca fino a soffocarla e causandole la frattura dell’osso ioide.

Segnalazioni

Se sei a conoscenza di dettagli o informazioni riguardanti questi o altri casi simili, puoi utilizzare il form sottostante per inviare la tua segnalazione. Indicando il proprio recapito si potrà essere ricontattati, lasciando vuoto il campo, la segnalazione sarà anonima e non sarà in alcun modo possibile per noi risalire al mittente. Le segnalazioni ricevute saranno comunque tenute riservate e non verranno divulgate informazioni personali contenute in esse (esempio nomi, indirizzi, targhe…)

Le segnalazioni inviate saranno vagliate e confrontate con le informazioni e i documenti in nostro possesso. Si prega di essere il più possibile circostanziati e di non focalizzarsi su elementi già noti perché pubblicati dai media.